L’istante chiamato “Amore”

Adoro sentirmi accolta tra le tue braccia, rifugiarmi come fossi reduce da un temporale e stessi cercando riparo dalla pioggia. Riesci ad avere un elevato senso di protezione nei miei confronti anche solo stringendo la mia mano e racchiudendola nel tuo pugno. Cerchi sempre di stupirmi, di regalarmi qualcosa, di farmi crescere e riflettere, di farmi diventare una persona migliore. Spesso mi spiazzi, mi metti in difficoltà come questa notte… è bastata una domanda:

Qual è il momento esatto, l’istante in cui ti accorgi di amare una persona?”.

Non mi hanno mai rivolto domanda più difficile di questa. In tredici secondi hai disintegrato la mia maschera fatta di presunzione e falso cinismo. Mi sono sentita attaccata, sottovalutata, esaminata… ma, nello stesso tempo, mi accorgo di non aver ancora trovato una risposta a questa domanda e per quanto mi possa sforzare non riuscirò mai a trovarla, oppure sarò così codarda da non avere il coraggio di risponderti. Mi sento troppo piccola per parlare di un sentimento così grande, mi sento troppo superficiale per provare ad amare perché penso che sia una cosa così stravolgente da non poter essere classificata, da non poter essere immaginata, da non poter essere assolutamente descritta. Penso sia una cosa così distruttiva da potersi paragonare a un uragano, dopo il suo passaggio non resta nulla. Per questo non siamo all’altezza di parlare dell’amore; perché è una forza così devastante che dopo averla provata ci lascia senza parole e senza fiato. Così l’amore ci toglie la capacità di espressione per poter conservare il suo alone di mistero. Per me l’amore è un insieme di cose e cercherò di osservarne ogni singolo aspetto per assaporarne l’essenza. Il bacio Perugina di questa mattina recitava così:

Abbiamo parlato a lungo dell’amore. Ora proviamo ad ascoltarlo, vuoi?”.Image

Annunci

Informazioni su Entalpia

Scrivo come posso, quando posso, dove posso. Scrivo in fretta e furia, come ho sempre vissuto. [Céline] Vedi tutti gli articoli di Entalpia

3 responses to “L’istante chiamato “Amore”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Un'americana a Roma

Not your average American girl in Rome.

appunti e note

blog di ed. astarte

la bloggastorie

Io metto una lente di fronte al mio cuore per farlo vedere alla gente (Aldo Palazzeschi)

scrittura da strada

Parole libere, veloci, potenti, come pugni nello stomaco

FarOVale

Hearts on Earth

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

BUTAC - Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Selvaggia Scocciata

Mi interesso spesso e mi annoio subito.

Mangiobevoemenefrego

62kg di pasticci culinari.

i discutibili

perpetual beta

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: