Cambiamenti inaccettabili.

*Abbandonatevi con questa. E’ stata la fonte d’ispirazione per ciò che segue*

Se mi ami o no, ormai non importa. Se mi hai usata per tutto questo tempo, ormai non importa. Se ti ho fatto solamente pena tutte le volte che ti baciavo, ormai non importa. Non importa per il semplice fatto che è finita. Non importa perché è giunto il momento di dimenticarti, di cercare di passare avanti, di mettere una pietra sopra, di trovare un altro chiodo che ti schiacci! Non importano più i momenti belli passati insieme, gli attimi che mi hai regalato e le parole dolci che mi sono bevuta. Ormai tu non fai più parte della mia vita, non vuoi più farne parte.

La mia vita è cambiata, hai detto bene, è cambiata radicalmente e io devo godermela. Io sono entrata all’Università, mi sono trasferita definitivamente e sto continuando con il mio sogno… la danza. Un sogno che avrei abbandonato per te. Non so se hai soltanto paura di soffrire, o se la tua è la paura di fare stare male me. Magari vuoi allontanarti soltanto perché la nostra storia è stata un gioco… uno stupido gioco in cui io ho perso. Ho perso ripetute volte. Ho tentato e ritentato di riprenderti, di riprendere questo ignobile gioco, ma non è servito a nulla; riuscivo solo a scavare la mia fossa. Lentamente mi abbandonavo ai miei istinti. Lentamente venivo risucchiata da me stessa, dalla prigione che mi sono costruita. Sento i tuoi sguardi indifferenti che mi colpiscono ogni volta che ci incontriamo per caso. Resto sempre appesa alla tua arbitraria decisione di salutarmi o no. Decidi tutto, cazzo, decidi tutto.

Voglio che qualcuno mi liberi da ciò che desidero.

Adesso, nel silenzio della mia stanza, in questa città così caotica, ripenso…

Io prenderei tutto di te… ma alla fine, finirei per distruggerti. Lo so, perché mi conosco”. Queste sono le ultime parole che mi hai detto. Le ultime sassate che hai lanciato nel mio stagno interiore. Tremende. Incomprensibili.

Sei come un lampo a ciel sereno… mi sconvolgi. Mi sconvolgi sempre. Hai rubato più di un attimo della mia vita e mi chiedo se era davvero solo per gioco. Mi chiedo tante cose. Forse troppe. Il mio problema è che non riesco a prenderla “come viene”, non riesco a essere superficiale. Per me tu eri il libro, non il capitolo. E resterai tale. Anche se passeranno gli anni, basterà una tua chiamata o un tuo messaggio per sconvolgermi di nuovo e farmi lasciare tutto. Tutto per te.

Passano tanti ragazzi da queste parti, ognuno con una storia diversa: qualcuno non ha mai provato ad amare, qualcuno non crede nell’amore, qualcun altro tradisce la propria ragazza perché non la ama più, altri inseguono il loro sogno, altri ancora vogliono godersi la vita e non promettono storie serie a nessuno. C’è chi mi dice un “ti voglio bene”, chi mi apprezza per il carattere, chi mi scoperebbe e basta, chi è in grado di essermi amico nonostante tutto, chi non riesce ancora a dimenticarmi; c’è chi non capisce la mia freddezza e mi reputa stronza. Ci sono tante storie, tante vite che s’intrecciano, tanti cuori che battono… e il mio appartiene a te. A te che, forse, sei l’unica persona a cui non importa proprio niente di me.

Ormai è passato un anno e, dalle telefonate fredde che ti faccio ogni tanto, capisco che ho perso. Ho perso tremendamente la mia battaglia. Ti amo ancora. Capisco anche di essere stata un’idiota perché non te l’ho mai detto. Forse te lo dirò quando per strada, una sera, incrocerò il tuo sguardo e, da ubriaca, pronuncerò quelle parole tanto difficili per me. Parole a cui tu non darai peso, perché sono le parole di una diciannovenne ancora troppo giovane per capirti e per riuscire a viverti fino in fondo.

Comunque la mia nuova vita è bella. Ho delle coinquiline fantastiche, una casa bellissima e una città ancora da scoprire. Questa nuova vita che aspetta solo di essere vissuta. Magari riuscirò a dimenticarti, ma per adesso, questa “nuova vita” mi sembra estremamente vuota.

Annunci

Informazioni su Entalpia

Scrivo come posso, quando posso, dove posso. Scrivo in fretta e furia, come ho sempre vissuto. [Céline] Vedi tutti gli articoli di Entalpia

17 responses to “Cambiamenti inaccettabili.

  • Dottor Jim

    Si riempirà poco alla volta, giorno dopo giorno. Magari a passo di danza, chi lo sa? 🙂

  • marveen86

    So che è difficile da accettare, so come ci si sente. So tutto. Le ferite rimangono. Ma la vita è una strana, e sa stupirti quando meno te l’aspetti. Non lasciarti andare. Credi sempre in un domani migliore, il resto verrà da sè, fidati! Ti mando un sorriso e un “Forza!” 🙂

  • ylian89

    Le tue parole mi fanno tornare indietro di 8 anni, con quella ragazza che mi lasciò per un’altro. Mi ricordo il vuoto che ne segui, non provavo più nulla e anche se le cose andavano bene per me non avevano valore. Stupidamente sono stato così per più di un anno, ma avevo 16-17 anni allora… non si può pretendere che uno così giovane “capisca” che soffire porta solo altro soffrire 😦

  • leparoledinessuno

    Struggente e innamorata !

  • pennyvlane

    Ho avuto un uomo io avevo 23 anni lui 35, una distanza che è diventata più grande per lui dopo quasi 4 anni insieme e tante bellissime condivisioni. Quando finì mi sentivo morta, la vita non aveva più alcun colore, ero finita. Ci è voluto tanto tempo, tanta forza e tanta capacità di autonanalisi, tanti errori anche. Non bisogna mai rinunciare ai propri sogni per gli altri, mai lasciare che qualcun altro sia il solo fulcro della nostra vita. Bisogna realizzarsi prima in sè stessi e poi, solo allora, potremmo realizzare qualcosa anche con qualcun altro. Quello che ci si augura è che alla fine rimangano solo i bei ricordi e un affetto che, comunque, non morirà mai. Accettare e integrare per andare avanti.

    • I'm unidentified

      Ti capisco tantissimo, come puoi ben vedere la mia storia è molto simile alla tua. Non ti so dire se tutto quello che ho vissuto con lui era frutto di amore o se era semplicemente l’enfasi di una storia diversa, una storia con un uomo. Però assolutamente mi ha fatta crescere, maturare e, da allora, sono cambiata con le persone e con i rapporti umani in generale. Ora è finita, finalmente, e restano solo tanti tanti ricordi emozionanti.

      • pennyvlane

        Per me era amore, un grandissimo amore e se lascia ferite così profonde stai certa che può essere solo lui in una delle sue massime espressioni 🙂
        Poi sai, si cresce e la nostra percezione delle cose cambia radicalmente, non ci si innamora più come a 19 anni, miglioriamo e ci evolviamo e questo è molto bello.

      • I'm unidentified

        🙂 Bhé si…. Magari ci evolviamo troppo velocemente, io spesso invidio la leggerezza e la superficialità di molte mie coetanee.. Non so se per te è stata la stessa cosa, ma io ho avuto una crescita immensa e radicale.

      • pennyvlane

        Beh io ho avuto diversi cambiamenti di percorso e parecchi sbandamenti e ancora sono sulla via della definizione per focalizzare. Nel frattempo ho incontrato un’altra persona che è stata fondamentale nella mia vita, con cui avevamo qualcosa di importante, ma anche con questa stavo commettendo gli stessi errori e gli stessi sacrifici. Fortunatamente me ne sono accorta in tempo e ora, in un certo senso, sto ricominciando da capo ma con una saggezza ancora più grande di prima. Credo che si cresca sempre, anche a 90 anni, migliorarsi è una possibilità che non bisogna mai precludersi e la parte radicale a volte è necessaria, mentre altre volte sono solo piccoli smussamenti. Però siamo noi i capitani della nostra anima (per citare Mandela), quindi siamo anche noi i padroni di ciò che ci succede e delle scelte che facciamo, anche e soprattutto per quanto riguarda i partner.

      • I'm unidentified

        Hai ragione da vendere, si cresce sempre e bisogna trovare delle priorità in ogni periodo della nostra vita. In questo momento la priorità sono io 🙂 finalmente

      • pennyvlane

        Brava questo è lo spirito giusto e lascia te stessa come priorità fin quando non ti sentirai al sicuro 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Un'americana a Roma

Not your average American girl in Rome.

appunti e note

blog di ed. astarte

la bloggastorie

Io metto una lente di fronte al mio cuore per farlo vedere alla gente (Aldo Palazzeschi)

scrittura da strada

Parole libere, veloci, potenti, come pugni nello stomaco

FarOVale

Hearts on Earth

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

BUTAC - Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Selvaggia Scocciata

Mi interesso spesso e mi annoio subito.

Mangiobevoemenefrego

62kg di pasticci culinari.

i discutibili

perpetual beta

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: